VARIAZIONI OSSEE DELLA TESTA

Ora vediamo alcune variazioni ossee della faccia di un personaggio.

L’arcata sopracciliare è una degli elementi che distingue principalmente i maschi dalle femmine. In entrambi i sessi però la sua sporgenza può variare.

 

La forma del mento può essere anch’essa differente da persona a persona.

Il mento può avere forma tondeggiante-standard, appuntita, squadrata e presentare delle fossette.

 

Di profilo può avere sporgenze diverse.

 

Gli zigomi, in base alla loro sporgenza possono essere visibili oppure no.

Vengono usati solo nei personaggi adulti. Il loro contorno può essere assente, tratteggiato o disegnato con una linea.

 

 

Ora vediamo le tempie. L’angolo che formano con la fronte può essere più o meno evidente. Quindi le tempie possono essere eventualmente segnate con delle linee.

 

Scrivi commento

Commenti: 0