DISEGNARE FUOCO, FUMO E ESPLOSIONI

IL FUOCO

La forma di fuoco più semplice da disegnare è la fiamma piccola che può trovarsi nelle candele, nei fiammiferi accesi o nei fornelli da cucina.

 

Si inizia disegnando una forma a goccia (ricordando che la punta deve essere sempre verso l’alto). Dopo aver disegnato la struttura generale possiamo completare con i dettagli.

Una forma simile si trova nella fiamma dei motori a razzo, lì però ci sono dei contorni leggermente seghettati e la goccia non deve essere sempre rivolta verso l’alto ma essere indirizzata nella direzione opposta al movimento dell’oggetto.

Stessa cosa per la fiamma di luce che si forma in una frazione di secondo in alcune armi da fuoco durante lo sparo.

Una fiamma più grande è quella che si accende dalla legna all’aperto o nei camini.

Per disegnarla possiamo proseguire per 4 passaggi.

  1. La struttura è simile a quella della fiamma piccola, quindi anche qui disegniamo una goccia.
  2. Aggiungiamo alla sagoma (o all’interno) della goccia qualche irregolarità a punta.
  3. Usando come riferimento le linee fatte prima disegniamo i contorni del fuoco con linee frastagliate e appuntite ma soprattutto ondulate.
  4. Infine perfezioniamo il disegno con scintille e piccoli tratteggi.
 

A seconda della direzione in cui soffia il vento la goccia subisce delle torsioni.

 

Cambiando la sua forma cambia anche l’andamento della fiamma.

La stessa tecnica possiamo applicarla a una fiaccola accesa, disegnando una o più gocce con qualche irregolarità, ma con un contorno più lineare e tondeggiante.

Per disegnare un incendio è sufficiente accostare più forme a goccia seguendo la stessa direzione.

Per disegnare un corpo, o un oggetto in fiamme tracciamo un contorno più o meno uniforme attorno all’oggetto. In seguito completiamolo con irregolarità e lingue di fuoco.

Una fiamma a getto, come quella sparata da un lanciafiamme ricorda vagamente una nuvola, con la differenza che vi sono delle lingue di fuoco e scintille qua e là. Il getto può essere più sottile e uniforme o più largo e irregolare.

Possiamo anche disegnare oggetti o corpi come se fossero fatti di fuco.

 

Ci basta partire al soggetto iniziale e disegnare i suoi contorni come quelli della fiamma.

Nel caso di un animale in corsa i contorni saranno più simili alla fiamma a getto.

IL FUMO

Il fumo può presentarsi con tre diversi aspetti. Quello che esce dalle sigarette o si sprigiona dalle candele spente è sottile e ricorda un velo che si avvolge su se stesso.

Per disegnarlo tracciamo prima una singola linea ondulata e poi un altra accostata a questa che si sovrappone alla prima in alcuni punti.

Più corposo è il fumo che esce dalla bocca di un fumatore o da una marmitta, che ha la forma di una nebbia che va man mano allargandosi.

Un altro tipo di fumo è quello a nuvola.

E’ sostanzialmente di due colori: quello bianco esce solitamente dalle ciminiere, mentre quello nero è riconducibile alla combustione di sostanze tossiche. La struttura per disegnarlo però è simile.

 

Nel complesso è riconducibile a un triangolo capovolto.

L’aspetto del fumo può essere applicato a qualunque figura.

Per trasformare un animale in un animale di fumo partiamo dai suoi contorni come guida e applichiamo i contorni del fumo.

LE ESPLOSIONI

Per disegnare il fumo delle esplosioni la tecnica è quasi del tutto simile al fumo a nuvola, ma qui possiamo dividere con dei contorni le aree di colore più chiaro da quelle di colore più scuro per rendere meglio l’effetto.

Le esplosioni di grandi dimensioni hanno una forma a fungo, e più l’esplosione è potente più  la testa del fungo si trova in alto.

Possiamo dare più senso di dinamicità alle esplosioni grazie alle linee cinetiche.

Scrivi commento

Commenti: 9
  • #1

    Matty (mercoledì, 15 gennaio 2014 01:23)

    Fantastico! Mi è stato davvero molto utile. In italiano è molto difficile trovare un tutorial veramente utile per disegnare il fuoco. Grazie :)

  • #2

    Alice (domenica, 04 maggio 2014 19:12)

    Veramente stupendo! Ben fatto e soprattutto eloquente e chiarissimo. Grazie mille :D

  • #3

    fabio (mercoledì, 03 dicembre 2014 22:07)

    semplice e intuitivo, mi è stato utile :)

  • #4

    Annie26 (mercoledì, 07 gennaio 2015 18:11)

    ciaooo!! Sei grande! I tuoi consigli mi sono serviti tantissimo!!! :)))

  • #5

    impariamoascriverefumetti (giovedì, 08 gennaio 2015 14:43)

    :)

  • #6

    RETE INVERT (venerdì, 20 marzo 2015 14:03)

    BOOM,,,,,,

  • #7

    Anonymous (martedì, 13 febbraio 2018 10:37)

    Good job!

  • #8

    Anonimo (mercoledì, 25 aprile 2018 16:40)

    Fa cagare

  • #9

    Ryuzaki (domenica, 24 giugno 2018 18:04)

    Veramente utile