LUCI E OMBRE DELLA TESTA

La testa non è piatta ma tridimensionale, quindi venendo colpita dalla luce, avrà parti illuminate e parti in ombra. Data la presenza di sporgenze e rientranze, le ombre saranno distribuite in modo diverso sul volto.

Quando il volto viene compito frontalmente dalla luce, i punti maggiormente illuminati sono guance, fronte e mento, mentre l’arcata sopracciliare farà leggermente ombra sugli occhi. Tempie e guance che si trovano più in fondo saranno poi meno illuminate.

 

 

figura1
figura1

Se la luce colpisce un lato del volto, quello apparirà quasi del tutto illuminato, eccezione per parte del contorno dell’occhio e la parte della guancia vicino al naso che farà ombra. L’altro lato della faccia sarà scuro.

 

 

figura2
figura2

Se la luce viene dal basso i punti più illuminati saranno, il mento, le labbra, la base del naso e delle guance,  l’arcata sopracciliare e le palpebre inferiori. Tutto il resto sarà nell’ombra.

Questo effetto di ombre sul volto a volte risulta efficace per scene inquietanti.

 

 

figura3
figura3

Quando la luce proviene dall’alto, sicuramente la cima della testa sarà illuminata. Con essa parte della fronte, del setto nasale, delle guance e del mento.

 

 

figura4
figura4

Scrivi commento

Commenti: 0