LA PROSPETTIVA CROMATICA

Come si può intuire dal suo nome, la prospettiva cromatica riguarda i colori. Anche questi subiscono delle variazioni prospettiche. Infatti a causa dell’atmosfera gli oggetti lontani vengono “coperti” e assumono una colorazione vicina a quella dell’aria. Quindi man mano che un oggetto si allontana i suoi toni sbiadiscono.

Vediamo questo concetto in un disegno realizzato a matita.

Possiamo notare come le montagne più vicine appaiono scure, mentre quelle lontane vanno man mano schiarendosi. Anche i contrasti chiaroscurali diminuiscono con la distanza.

Poiché le montagne si trovano ad un’altezza elevata notiamo un altra cosa: le cime delle montagne lontane appaiono più scure rispetto alla base. Perché? Il motivo è che l’ossigeno è più concentrato verso il basso e ad alta quota si va riducendo, quindi la base delle montagne appare più offuscata.

 

Vediamo questa volta la prospettiva cromatica in un paesaggio colorato.

Come detto all’inizio, man mano che gli oggetti si allontanano il loro colore perde tono e si avvicina a quello dell’atmosfera, infatti le montagne in lontananza non hanno un colore  verde ma blu.

 

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Wwf (martedì, 05 gennaio 2016 13:47)

    Grazie

  • #2

    Klaus (lunedì, 11 gennaio 2016 17:12)

    Grazie!

  • #3

    Dior j'adore (domenica, 03 giugno 2018 16:11)

    Eu de proufume